Riservato / Approfondimento

Slow Food guarda al futuro e scommette sull’inclusione

Il nuovo percorso -delineato nel 2017 a Chengdu, in Cina- punta a superare l’attuale modello “eurocentrico” e sta lavorando per costruire une rete globale di comunità locali del cibo, con una leadership diffusa e non più verticistica

Tratto da Altreconomia 218 — Settembre 2019
Un momento del VII Congresso internazionale di Slow Food, che si è svolto in Cina nel 2017, durante il quale è stata adottata la “Dichiarazione di Chengdu” © Archivio Slow Food
Il nuovo percorso -delineato nel 2017 a Chengdu, in Cina- punta a superare l’attuale modello “eurocentrico” e sta lavorando per costruire une rete globale di comunità locali del cibo, con una leadership diffusa e non più verticisticaTo access this post, you must purchase Abbonamento annuale Ae + Mosaico di Pace, Abbonamento annuale Ae + Azione non violenta, Abbonamento annuale Ae + Gaia, Abbonamento annuale Ae + Nigrizia, Abbonamento annuale Amico di Altreconomia, Abbonamento annuale estero carta + digitale, Abbonamento biennale...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia