Cultura e scienza / Recensioni

La pagina dei librai (da Altreconomia 246)

Le recensioni del numero di marzo 2022 di Altreconomia sono a cura di Alaska Libreria, una libreria indipendente inaugurata nel dicembre 2021 nel quartiere Affori di Milano. È stata fondata da un gruppo di amici e vuole diventare un presidio culturale

Tratto da Altreconomia 246 — Marzo 2022
© Alaska Libreria - Fb

Le recensioni del numero di marzo 2022 di Altreconomia sono a cura di Alaska Libreria, una libreria indipendente inaugurata nel dicembre 2021 nel quartiere Affori di Milano. È stata fondata da un gruppo di amici e vuole diventare un presidio culturale.

Romanzo storico
Pulsioni e dissidi dal secolo breve

“Storia aperta”, scritto da Davide Orecchio, è il compimento di una ricerca stilistica iniziata già nel 2012 con “Città distrutte”. Unendo il rigore documentale all’estro del romanziere, affondando nella sua materia con calorosa ostinazione, il racconto mette in scena i dissidi di un’anima e di un secolo intero. Seguiamo le vicende di Pietro Migliorisi (alter ego del padre dell’autore) nel crinale decisivo che lo porterà dalla fede fascista a quella comunista e da lì fino agli ultimi scampoli del secolo breve. L’identità di Migliorisi è un costante rovello che lo assilla dentro le guerre, l’attività giornalistica e letteraria, l’ardore giovanile e le ceneri della vecchiaia. A capofitto dentro gli eventi, batte una voce intarsiata, fatta a collage. Più che un romanzo storico, questo libro pone la questione del romanzo storico: la possibilità di raggiungere chi ha vissuto dentro la Storia.

Storia aperta, Davide Orecchio, Bompiani, 252 pagine, 16 euro


Animali e metafore
Favole spietate su fragili esistenze

Uscito nella seconda metà del 2020 “I miei stupidi intenti”, esordio del ventiseienne Bernardo Zannoni, ha fatto subito parlare di sé. Il romanzo nasce da un’intuizione originale e felice: Zannoni segue la vita, dalla nascita agli ultimi istanti, di Archy, una faina che per una serie di casi fortuiti impara a leggere e scopre l’esistenza di Dio, allontanandosi dal mondo animale a cui per natura appartiene. Un romanzo che ha come protagonisti cani e faine, volpi e istrici, ma che non deve essere scambiato per una storia per bambini. I personaggi raccontati da Zannoni, ora umanizzati, ora feroci e dominati dall’istinto, sono gli ambasciatori di una favola spietata per adulti sulla scrittura e sulla fragilità della conoscenza. La vicenda, poi, è sorretta da una sintassi elegante e solida che denota una grande maturità stilistica: insomma, Zannoni è un autore da tenere d’occhio.

I miei stupidi intenti, B. Zannoni, Sellerio, 252 pagine, 16 euro


saggio
Il fungo che cresce sulle nostre rovine

Una simbiosi. Una metafora. Un grimaldello. La bellezza dell’autunno. Il primo essere vivente cresciuto a Hiroshima dopo la bomba. Un odore inquietante. Una prelibatezza da gourmet. O solo un fungo. Il prezioso matsutake è questo e molto di più. Essere simbionte tra le radici di un fungo e una cosiddetta pianta superiore, ha una particolarità significativa: cresce prevalentemente in boschi perturbati dall’uomo, sulle rovine della civiltà industriale. Anna Tsing lo usa come chiave per illuminare il crack della politica economica mondiale. Partendo dalle condizioni in cui nasce e cresce, alle storie dei raccoglitori -spesso appartenenti a minoranze o fasce marginalizzate- fino al trasporto e alla vendita, Tsing indaga lo spazio sottile in cui la conflittualità è feconda. Un modo per pensare a un’esistenza cooperativa tra umano e non umano, e oggi, tra fratture e ricomposizioni.

Il fungo alla fine del mondo, A. Lowenhaupt Tsing, Keller, 414 pagine, 25 euro


Sette titoli da non perdere

  • La Cina nuova, Simone Pieranni, Laterza
  • Il blu non ti dona, Judith Schalansky, Nottetempo
  • Credere allo spirito selvaggio, Nastassja Martin, Bompiani
  • Operatori e Cose, Barbara O’Brien, Adelphi
  • Non siete ancora stati sconfitti, Alaa Abd el-Fattah, Hopefulmonster
  • Riaffiorano le terre inabissate, M. John Harrison, Atlantide
  • Arabpop, AA.VV, Tamu edizioni

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.