133

Basta il giusto

Dicembre 2011 Versione digitale

Acquistando la versione digitale di Altreconomia, hai subito la possibilità di leggere il numero in formato PDF o EPUB. Inoltre, hai accesso sul sito a tutti i contenuti relativi al numero acquistato.

Prezzo: 2,69

Esaurito

AbbònatiIn negozio

Altreconomia di dicembre è dedicata alle economia solidali. In copertina, un’intervista ad Andrea Segrè. L’ideatore di “Last Minute Market” e di “Un anno contro lo spreco” presenta il suo nuovo libro “Basta il giusto (quanto e quando)”, pubblicato da Altreconomia edizioni.
La società della sobrietà e della sufficienza è descritta in quattro articoli: l’economia solidale in montagna della Val Maira, la lana made in Italy di B-Origin, la ristorazione cooperativa a km0 di Terrae (Marche), i gioielli beduini equo-solidali della ong Vento di terra, l’olio, il vino e il miele della coop Calafata (Toscana).
L’infografica del mese è dedicata alla popolazione. L’umanità ha superato i 7 miliardi di individui, superando il limite ecologicamente sostenibile dal Pianeta.
Spazio anche alle inchieste: il programma ambientale Life Plus, tramite il quale l’Ue finanzia “progetti verdi” di imprese come Eni, Procter&Gamble, Dow Chemicals e Costa Crociere; il “protocollo Letta”, una messe di infrastrutture per far ripartire l’economia abruzzese dallo sci e dal golf, sotto l’egida dell’ex sottosegretario: dopo il terremoto, è ancora shock economy; il ciclo dei rifiuti in Puglia, che non guarda alla raccolta differenziata ma all’incenerimento.
E, ancora, il cibo e la spesa nelle carceri: quando la mensa è scarsa, i detenuti acquistano al “sopravvitto”, dove il mercato non esiste e pochi gruppi controllano il mercato.
Infine, un reportage lungo il fiume Gange, il fiume sacro degli hindu, divorato dall’appetito di chi vorrebbe realizzare decine di megacentrali idroelettriche.

 

Acquista il PDF del numero 133 di Altreconomia

Gli articoli saranno tutti visibili online a partire dal 1/2/2012

 

Contenuti in questo numero