Terra e cibo / Recensioni

Il pane di casa è più buono con la farina del nostro sacco

Esce per Altreconomia edizioni “Il pane fatto a mano”, nuove ricette casalinghe a filiera corta, con la pasta madre e le farine biologiche di grani “antichi”
Tratto da Altreconomia 199 — Dicembre 2017
Nicolas Supiot, il paysan boulanger per eccellenza che coltiva il suo grano ai confini della foresta di Brocéliande, in Bretagna, ripete spesso: “Io faccio il pane che sono”. Una dichiarazione d’indipendenza dall’industria agroalimentare che, fino a non molto tempo fa, in pochi avrebbero potuto ripetere con cognizione di causa. Il pane e la sua materia prima, la farina di frumento, avevano vissuto anni difficili. Il romanzo del pane racconta come l’onda lunga della Rivoluzione Verde e della meccanizzazione avesse favorito...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia