Cultura e scienza / Recensioni

La pagina dei librai (da Altreconomia 236)

Le recensioni di questo mese sono a cura di Marta Bono di “Modo Infoshop” di Bologna, una libreria indipendente e casa editrice di Bologna dal 2003. Dà spazio alla piccola e media editoria, al fumetto e alle autoproduzioni. Organizza presentazioni di libri

Tratto da Altreconomia 236 — Aprile 2021
La libreria Modo Infoshop © Modo Infoshop

Filosofia e saggi
Le parole ardenti di bell hooks

Dopo esser state fuori commercio per alcuni anni, sono tornate in libreria due opere fondamentali della pensatrice afroamericana bell hooks, raccolte in un unico volume e pubblicate dalla casa editrice Tamu: “Elogio del margine” e “Scrivere al buio”. Il primo titolo è una raccolta di interventi critici, risalenti agli anni 90, in cui l’autrice analizza e scardina alcuni stereotipi di razza e di genere che permeano la cultura dominante degli Stati Uniti. Il secondo, invece, nasce da una lunga e puntuale conversazione con la traduttrice Maria Nadotti. Anche in questo dialogo i temi spaziano dalle relazioni familiari al lavoro accademico, dagli insegnamenti appresi dalla nonna alle letture dei classici del movimento afroamericano e femminista: l’esperienza guida e plasma il pensiero di bell hooks, sempre pronta a esprimere la necessità di prendere una posizione, di alzare lo sguardo contro ogni forma di oppressione.

Elogio del margine, bell hooks, Maria Nadotti, Tamu, 216 pp., 16,00 euro


Working class
Resistenze ai margini

A metà tra narrazione autobiografica e manifesto politico, “Chav” è un libro duro, da cui emerge l’urgenza di ripensare a temi quali il mutuo soccorso e l’attivismo politico. Il termine inglese cui fa riferimento il titolo indica in modo dispregiativo una categoria di persone marginalizzate e considerate scarti della società, come ladri, spacciatori e sex worker. Questa è la realtà da cui l’autore proviene e da cui si dispiega una storia piena di violenza e dolore, di cui quella stessa società è la prima causa. Allo stesso tempo, Chav racconta un percorso di autodeterminazione e di lotta. Hunter riesce a trasformare così la sua sopravvivenza in forma di resistenza collettiva: da una parte sradicando il razzismo e il sessismo presenti nella sua comunità, dall’altra dandole voce all’interno dei movimenti politici e sociali.

Chav. Solidarietà coatta, D. Hunter, Edizioni Alegre, 160 pp., 15,00 euro


Fumetti onirici
I sogni di una tazzina di caffè

“Ultima goccia” è la storia di una tazzina di caffè alle prese con la definizione della propria esistenza, un viaggio intorno a una giocosa decostruzione del concetto di identità. O forse è solo un sonno disturbato da sogni così vividi da sembrare reali e da farci rigirare senza pace nel letto? Andrea De Franco crea uno spazio trasognato e in continuo mutamento, in cui i confini della realtà, degli oggetti e dei soggetti perdono di senso: tutto è animato e allo stesso tempo rischia di risultare inconsistente, aria densa. Il tratto del disegno gioca allo stesso modo tra pieni e vuoti, assecondando l’alternarsi di una paranoide verbosità con un sospeso silenzio. Prima opera pubblicata con una casa editrice, “Ultima goccia” porta avanti un percorso che De Franco ha iniziato nel campo dell’autoproduzione con De Press Editions, affermandosi tra le voci più originali e interessanti nel panorama del fumetto contemporaneo.

Ultima goccia, Andrea De Franco, Eris, 264 pp., 18,00 euro

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.