Terra e cibo / Attualità

L’agricoltura sociale, il ritorno alle origini e le nuove culture rurali

Le fattorie e le altre prassi di agricoltura sociale ribaltano il paradigma produttivistico: dalla terra fioriscono benefici socio-culturali che abilitano al lavoro. E alla felicità
Tratto da Altreconomia 190 — Febbraio 2017
Andrea Morandi di Ortociclo, un progetto di spesa con consegna a domicilio in bicicletta di frutta e verdura di aziende sostenibili dal punto di vista sociale e ambientale nell’area di Brescia - www.ortociclo.it
Andrea Morandi di Ortociclo, un progetto di spesa con consegna a domicilio in bicicletta di frutta e verdura di aziende sostenibili dal punto di vista sociale e ambientale nell’area di Brescia - www.ortociclo.it
Fu una donna la prima a intuirlo, osservando le spighe di un antico cereale che nascevano ed erano pronte per il raccolto in un tempo “ciclico” non troppo diverso da una gravidanza. Così l’uomo diventò stanziale. L’agricoltura non aveva in origine l’obiettivo primario di “produrre cibo”, ma era la condizione stessa che “generava la comunità”: una funzione sociale. Questo libro -10mila anni più tardi- racconta una storia analoga: ovvero come i saperi e le pratiche agricole permettano a ogni individuo...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia