Cultura e scienza / Recensioni

La pagina dei librai (da Altreconomia 224)

Le recensioni di questo numero sono a cura di Tuba Bazar. Aperta dal 2007 sull’isola pedonale del quartiere Pigneto a Roma, è una libreria delle donne, un bar e un locale. Uno spazio di condivisione di pratiche e saperi femministi

Tratto da Altreconomia 224 — Marzo 2020
© Tuba Bazar

Memorie e politica
Ricostruire il passato

Marta Barone esplora e ricostruisce la vita del padre defunto: L.B., militante tra Roma e Torino negli anni Settanta coinvolto in una vicenda giudiziaria che lo vede accusato di partecipazione a banda armata. Un’inchiesta emotiva che interroga il passato, un memoir che non rivendica ma protegge, una protagonista che non giudica ma si posiziona. Quello che l’autrice impara sul padre chiedendo, ascoltando e scrivendo trasforma entrambi: i vivi e i morti. “Non sappiamo chi fossero i nostri antenati per un semplice dato di fatto: erano poveri e analfabeti e dunque di loro non è rimasta traccia […]. L’invidia di mia madre era per quella cultura già acquisita ancora prima di nascere, per le biblioteche tramandate, per le relazioni e i maestri illustri, per gli accessi facilitati, per la ricchezza ereditata -e non sto parlando adesso di quella materiale. Anch’io a volte provo quel genere di invidia”.

Città sommersa, Marta Barone, Bompiani, 18,00


Autodeterminazione
La resistenza dei corpi

Nel volume, curato dall’avvocata Ilaria Boiano e dalla filosofa Caterina Botti, si racconta il protagonismo politico femminista in Spagna, Polonia, Irlanda, Brasile, Argentina e Cile dove, attraverso forme di resistenza e sperimentazione inedite, le donne hanno posto un freno a riforme reazionarie e sono state aperte brecce nell’ordinamento per la regolamentazione dell’aborto. Le esperienze maturate in Italia e in altri Paesi sono inserite nella cornice di un articolato dibattito politico, giuridico e filosofico che si interroga sui modi di rappresentare l’aborto, la soggettività e l’autodeterminazione femminile in un quadro politico dove la questione dell’interruzione volontaria di gravidanza continua a essere cruciale per la libertà, la soggettività e la convivenza civile.

Dai nostri corpi sotto attacco, Ilaria Boiano e Caterina Botti, Ediesse, 11,90


Tecnologie e dominio
Come resistere al potere di Internet

Curiosità fuori luogo, truffe, furti d’identità e di dati, pornovendette, odiatori. Racconti di ordinario (ab)uso tecnologico in una cornice di fantascienza speculativa. Commentati e ordinati in cinque giornate: fuoricasa, relazioni, sex, truffe e una conclusiva ricreazione. Attraverso storie di vita comune impariamo a prestare attenzione ai dettagli, a ciò che “sta dietro” l’apparenza degli schermi. Agnese Trocchi parte da situazioni reali e spiega quali sono i comportamenti a rischio. Propone trucchi da mettere in atto perché Internet non sempre è buono come sembra. Un libro per diventare ingranaggi consapevoli e curiose esploratrici, rafforzando il pensiero critico. Trocchi propone di uscire dal default per usare le tecnologie e non esserne usati, per trovare forme di comunicazione nuove. Il libro è frutto degli incontri e delle formazioni con tante persone alla ricerca di un rapporto con le macchine non mediato dalle tecnologie del dominio.

Internet, mon amour Agnese Trocchi Ledizioni, 19,00

© riproduzione riservata

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia