Economia / Approfondimento

Così cambia il viaggio nell’anno del turismo responsabile

Il 10% del Pil mondiale dipende da 1,23 miliardi di turisti, che sempre più si muovono alla ricerca di proposte e itinerari “sostenibili”
Tratto da Altreconomia 192 — Aprile 2017
Panoramica sulla Laguna Blu, complesso per trattamenti Spa mediante le acque dell’impianto geotermico di Svartsengi, a 39 chilometri a sud-ovest dalla capitale islandese. È considerato una delle 25 meraviglie del mondo, per via della perfetta simbiosi fra ambiente e attività umane di produzione energetica - foto di Alberto Caspani
Panoramica sulla Laguna Blu, complesso per trattamenti Spa mediante le acque dell’impianto geotermico di Svartsengi, a 39 chilometri a sud-ovest dalla capitale islandese. È considerato una delle 25 meraviglie del mondo, per via della perfetta simbiosi fra ambiente e attività umane di produzione energetica - foto di Alberto Caspani
I viaggi del 2017 sono destinati a entrare nella storia. Per chi avesse intenzione di partire, le scelte di questa stagione potrebbero infatti contribuire a una decisa rigenerazione del nostro pianeta. Con la proclamazione dell’Anno internazionale del turismo sostenibile, inaugurato ufficialmente lo scorso gennaio dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, le proposte messe in campo si sono date tutte un obiettivo ben preciso: vincere la povertà, proteggere il pianeta e assicurare prosperità a tutti i suoi abitanti secondo i 17 principi fissati dall’Agenda...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia