Ambiente / Attualità

Perché la centrale nucleare slovena di Krško riguarda anche l’Italia

L’impianto sorge su un’area a rischio sismico a 130 chilometri da Trieste ed è privo di un deposito per smaltirne i rifiuti. Il governo di Lubiana ha deciso di raddoppiare la struttura invece che puntare sulle rinnovabili. Roma tace

Tratto da Altreconomia 241 — Ottobre 2021
Una manifestante contro la centrale nucleare di Krško in Slovenia. L’impianto sorge in un’area dove si trovano tre faglie attive. È l’unica struttura in Europa a trovarsi in questa situazione © Global 2000
L’impianto sorge su un’area a rischio sismico a 130 chilometri da Trieste ed è privo di un deposito per smaltirne i rifiuti. Il governo di Lubiana ha deciso di raddoppiare la struttura invece che puntare sulle rinnovabili. Roma tace To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta +...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.