Ambiente / Approfondimento

La Germania brucia ancora carbone. E la transizione rischia di incepparsi

A gennaio 2020 il Paese ha adottato un piano governativo per uscire dall’era del carbone entro il 2038 e favorire il definitivo passaggio alle rinnovabili. Ma l’esecutivo ha autorizzato l’avvio di una nuova centrale

Tratto da Altreconomia 228 — Luglio/Agosto 2020
Gli attivisti dell'associazione ambientalista tedesca Ende Gelande hanno organizzato una manifestazione di protesta contro una cava a cielo aperto di lignite © Ende Gelande
A gennaio 2020 il Paese ha adottato un piano governativo per uscire dall'era del carbone entro il 2038 e favorire il definitivo passaggio alle rinnovabili. Ma l'esecutivo ha autorizzato l'avvio di una nuova centrale To access this post, you must purchase Abbonamento annuale Ae + Mosaico di Pace, Abbonamento annuale Ae + Azione non violenta, Abbonamento annuale Ae + Gaia, Abbonamento annuale Ae + Nigrizia, Abbonamento annuale Amico di Altreconomia, Abbonamento annuale estero carta + digitale, Abbonamento biennale carta +...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia