Interni / Recensioni

La pagina dei librai (di Altreconomia 197)

Le recensioni di questo numero di Altreconomia sono a cura di Federica Torri della libreria “The book room” di Santarcangelo di Romagna (Rimini)

Tratto da Altreconomia 197 — Ottobre 2017

La libreria “The book room” si trova a Santarcangelo di Romagna (Rimini). Dal 2010 cerca di avere il libro giusto per grandi e piccoli.


Carte sul tavolo
Un infiltrato nel mondo del poker
Nell’attesa di leggere in italiano “La ferrovia sotterranea”, premio Pulitzer fiction 2017 (in uscita a breve per Sur) possiamo scoprire la prosa di Colston Whitehead attraverso le pagine de “La nobile arte del bluff”. Una narrativa non fiction pubblicata da Einaudi nel 2016 che porta i lettori nel mondo del poker. Colson viene pagato da una rivista sportiva per partecipare alle World Series del poker a Las Vegas, e comincia a studiare. Passa dalle serate con gli amici ai tavoli di Atlantic City e Las Vegas, incontra mostri sacri e drogati del gioco, impara dai perdenti e dai maestri. Individua le caratteristiche delle persone che si ritrovano intorno al tavolo come topoi umani, creando il quadro impietoso dell’umanità più disparata e disperata. Fino alla partita finale, quella del torneo, in cui ci ritroviamo, da lettori, a fare il tifo per questo novellino spaventato in mezzo agli squali come se fosse uno di noi.

La nobile arte del bluff, Colston Whitehead, Einaudi, pp. 150, 17,00 €


Passione giallo
Un omicidio “in camera chiusa”
Margery Allingham è una crime queen inglese d’altri tempi poco conosciuta in Italia. Durante l’inverno è uscito “Il premio del traditore” (1941), una spy story con una trama-bomba: l’agente segreto inglese Albert Campion si sveglia in ospedale, ha sbattuto la testa, ha una missione importantissima da compiere ma non si ricorda quale e non può raccontarlo a nessuno. In “Morte di un fantasma” (1934) Campion non è ancora una spia ma è detective involontario di un omicidio in stile “camera chiusa” ambientato nel mondo dell’arte londinese, tra artisti e mecenati, modelle svampite e avidi venditori, tutto affogato nel tè e nel gin. A metà libro conosciamo il colpevole ma non abbiamo le prove per incastrarlo. E la tensione cresce con una narrazione raffinatissima e calcolata.

Morte di un fantasma, Margery Allingham, Bollati Boringhieri, pp. 284, 16,50 €


Tra natura e arte
Alla ricerca del pittore dimenticato
Un anonimo ragioniere di provincia, una ricercatrice precaria alla ricerca di un’amica scomparsa e un rampante broker di Wall Street. Tre persone legate da un filo sottile che si srotola lungo i secoli, tra popoli antichi, monaci guerrieri, uomini d’affari senza scrupoli e intellettuali ambigui. Il ragioniere, il broker e l’antropologa sono i tre protagonisti dell’ultima fatica del collettivo di scrittura Tersite Rossi. Un romanzo che narra la crisi odierna attraverso le vicende personali di tre personaggi che ne sono coinvolti nel ruolo di vittime e, talvolta, di artefici. Il racconto si sviluppa dal XII secolo avanti Cristo fino a un futuro prossimo, narrando le origini della crisi nelle sue dinamiche economiche e antropologiche. “I Signori della cenere” è frutto di un lungo lavoro di ricerca che ha visto impegnati due rappresentanti del collettivo, capaci poi di riversarne il contenuto senza alterare né appesantire la capacità di coinvolgimento di un romanzo dove non mancano l’amore e l’azione.

L’arte della fuga, Fredrik Sjoberg, Iperborea, pp. 192, 16,00 €

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia