Cultura e scienza / Intervista

Mimmo Franzinelli. Perdersi in un archivio: come cambia il mestiere dello storico

Se in passato la difficoltà era trovare documenti, oggi lo è la loro abbondanza. La sfida è selezionarli, confrontarli e analizzarli. “Ma serve una guida che ti prenda per mano”
Tratto da Altreconomia 199 — Dicembre 2017
Archivio di stato, via Gallia Placidia
Archivio di stato, via Gallia Placidia
"I miei libri nascono sui tavoli dell’archivio, quando riesco a trovare documentazione inedita o poco utilizzata. Ma non basta individuare le carte e riprodurle, bisogna saperle interpretare”. Da più di vent’anni, lo storico Mimmo Franzinelli frequenta gli archivi di tutta Italia con un’attenzione particolare per le carte del periodo fascista. Nelle stanze dell’Archivio Centrale dello Stato di Roma è nato il suo ultimo libro, “Il tribunale del Duce” (Mondadori). Un corposo volume che racconta la storia, fino a ora poco...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia