Diritti / Reportage

Il Kosovo accoglie mogli e figli dei foreign fighter dell’Isis

Il governo del più giovane Stato d’Europa ha avviato un progetto pilota di riabilitazione che coinvolge psichiatre, psicoterapeute familiari, psicologhe, Imam e Mualime, le predicatrici femminili. 110 le persone rimpatriate dalla Siria

Tratto da Altreconomia 219 — Ottobre 2019
Sanie Gashi Mehmeti è una delle Mualime responsabili del programma di riabilitazione e lavora anche all’interno della moschea Xhamia Mulla Sherif Ahmeti di Lipjan - © Arianna Pagani
Il governo del più giovane Stato d’Europa ha avviato un progetto pilota di riabilitazione che coinvolge psichiatre, psicoterapeute familiari, psicologhe, Imam e Mualime, le predicatrici femminili. 110 le persone rimpatriate dalla SiriaTo access this post, you must purchase Abbonamento annuale Ae + Mosaico di Pace, Abbonamento annuale Ae + Azione non violenta, Abbonamento annuale Ae + Gaia, Abbonamento annuale Ae + Nigrizia, Abbonamento annuale Amico di Altreconomia, Abbonamento annuale estero carta + digitale, Abbonamento biennale carta + digitale, Abbonamento trimestrale...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia