Diritti / Approfondimento

In Sicilia tra i braccianti senza tutele: la Gdo, non lo Stato, detta le regole

Nel ragusano i lavoratori vivono in baracche, con paghe orarie irrisorie senza adeguati servizi di trasporto. È il caporalato dei servizi. La grande distribuzione impone i prezzi, le aziende sfruttano ma le istituzioni non intervengono

Tratto da Altreconomia 248 — Maggio 2022
A lato un casolare in cui vivono i braccianti situato nella “Fascia trasformata”, una striscia di terra lunga circa 80 chilometri lungo costa meridionale della Sicilia tra le province di Caltanissetta, Siracusa e Ragusa © Orsetta Bellani
Nel ragusano i lavoratori vivono in baracche, con paghe orarie irrisorie senza adeguati servizi di trasporto. È il caporalato dei servizi. La grande distribuzione impone i prezzi, le aziende sfruttano ma le istituzioni non intervengono To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Trimestrale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta +...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.