Altre Economie / I nostri libri

Il cammino è donna: un sondaggio sulle motivazioni profonde del proprio andare

Un’anteprima della nostra prossima guida “sentimentale” ai cammini italiani e il primo sondaggio dedicato alle “donne in cammino”. Un’occasione per indagare chi sono le camminatrici e quali ragioni le spingono lungo i sentieri di tutta Italia

© Ilaria Canali

Camminare è un sentimento, anzi più d’uno. È questo il fil rouge di una guida in uscita per i tipi di Altreconomia, nel prossimo maggio. “Guida Sentimentale ai Cammini d’Italia. Per donne che non si fermano mai”, affidata alla penna di Ilaria Canali, founder della “Rete nazionale Donne in cammino”, la cui mission è l’empowerment femminile attraverso il camminare, e della communityRagazze in Gamba”.  Sì perché in Italia il cammino è donna: lo affermano all’unanimità le guide escursionistiche, così come chi si prende cura dei cammini e delle strutture di accoglienza ai pellegrini e i molti tour operator che accompagnano i passi dei trekker. Eppure, nonostante il protagonismo femminile consumi i sentieri, non esiste a oggi alcun sondaggio o studio di settore che abbia affrontato in modo sistematico questo fenomeno così rilevante e ricco di implicazioni.

Per colmare questa lacuna, in parallelo con la scrittura della guida, Ilaria Canali in partnership con  Altreconomia lanciano il primo sondaggio dedicato alle “donne in cammino” in Italia. “L’indagine -spiega Ilaria Canali- non ha una valenza solo quantitativa, ma vuole anzi esplorare le motivazioni profonde, non sempre chiare e coscienti, che ci fanno mettere in viaggio scegliendo un percorso piuttosto che un altro. Perché un cammino è una scelta forte, non solo e non sempre dettata dall’amore per la natura, dalla curiosità, o dal desiderio di sentirsi bene. È un ‘Sì, lo voglio’ che è un atto d’amore verso un territorio che ci accoglie dentro di sé”. L’obiettivo dichiarato è, in primis, scoprire chi sono le donne in cammino, che cosa le motiva, quali esperienze cercano, come e dove camminano, che tipo di escursioni amano e quali cammini percorrono. Le domande -stimolanti e mirate- ingaggiano subito le camminatrici, proponendo risposte sia aperte sia chiuse e imponendo una breve ma tagliente riflessione sul proprio andare e sullo stile con cui si cammina. Iconica a questo proposito la domanda “Per te una donna in cammino è…” che propone di scegliere tra cinque possibilità, tra cui ad esempio: “Una donna che ama camminare”, “Una donna in trasformazione” o “Una donna inarrestabile”.

I risultati della ricerca confluiranno poi in un capitolo speciale della “Guida Sentimentale ai Cammini d’Italia”. Un libro dedicato a tutte coloro che non rimangono ferme perché considerano casa propria il mondo, la natura, i borghi di cui è costellata l’Italia. Dodici cammini che aprono nuove strade, sul cui percorso le donne si fanno pioniere e sperimentatrici di formule inedite, promotrici di sinergie e di innesti creativi tra àmbiti diversi. Non vi sveliamo tutto ma a ogni cammino farà eco un sentimento. Ad esempio, la meraviglia di una Roma inedita, la libertà sul Cammino 100 Torri in Sardegna, la pace sulla Via di Francesco tra Lazio e Umbria, il coraggio sul Cammino di San Vili in Trentino.

È possibile non solo partecipare alla ricerca rispondendo alle domande, ma anche sostenerla e diffonderla, sia come singole camminatrici sia come gestori dei cammini, associazioni, guide escursionistiche, tour operator, promuovendo il sondaggio nella propria newsletter, sul proprio sito, nei gruppi social, profili instagram, pagine facebook. Chi lo farà sarà citato come “sostenitore della ricerca” nella pubblicazione e menzionato nei ringraziamenti. Per poter collaborare alla ricerca basta accordarsi scrivendo a: retedonneincammino@gmail.com.

Per compilare il sondaggio è sufficiente cliccare su questo link. Termine ultimo per consegnare il sondaggio: 15 marzo 2022


RETE NAZIONALE DONNE IN CAMMINO

Il progetto della “Rete Nazionale Donne in Cammino” vuole migliorare il presente e plasmare il futuro con uno stile di vita sostenibile e comportamenti virtuosi, in un cambio di paradigma culturale in cui il ruolo delle donne sia centrale. La sua mission è l’empowerment femminile attraverso il camminare e dare voce e visibilità alle storie di donne in cammino, esempi di ispirazione, forza, emancipazione e determinazione. Con un’audience organizzata in un ecosistema social che supera le 130mila persone, la “Rete Nazionale Donne in Cammino”, con la sua community delle “Ragazze in Gamba” rappresenta un esempio per il perseguimento di vari obiettivi della Agenda 2030 delle Nazioni Unite: la salute, combattendo la sedentarietà, la sostenibilità, promuovendo la modalità di spostamento che meno inquina al mondo, con un impatto zero sull’ambiente, e infine la valorizzazione dei territori, poiché stimola a visitare posti nuovi e scoprire siti di cultura.

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.