Cultura e scienza / Approfondimento

Dal liutaio all’orafo, la sapienza dei “mestieri artistici”

Attività svolte prevalentemente con tecniche di lavorazione manuale, ad alto livello tecnico professionale e di lunga tradizione. L’Italia ne è piena e potrebbero contribuire allo sviluppo del Paese
Tratto da Altreconomia 194 — Giugno 2017
Graziano e Federico Bandini, padre e figlio, cembalaro il primo e liutaio il secondo, nella loro bottega di Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna
Graziano e Federico Bandini, padre e figlio, cembalaro il primo e liutaio il secondo, nella loro bottega di Castel San Pietro Terme, in provincia di Bologna
Sulle colline fra Bologna e la “Cittaslow” di Castel San Pietro Terme che promuove la cultura della lentezza, si trova non a caso un laboratorio dove il legno viene trasformato in musica. A lavorare non con magia ma con grande maestria sono Graziano e Federico Bandini, padre e figlio, cembalaro il primo e liutaio il secondo. Nella dependance dietro casa, a pochi passi da dove i due vivono con le rispettive famiglie, il loro lavoro si fa arte: da un...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia