Terra e cibo / Approfondimento

Agricoltura biodinamica, analisi di un fenomeno in crescita

Sono 11mila gli ettari coltivati in Italia secondo i principi enunciati da Rudolf Steiner nel 1924. Il ministero delle Politiche agricole ha deciso di avviare un percorso di ricerca mentre il Parlamento prevede finanziamenti
Tratto da Altreconomia 192 — Aprile 2017
Lavoro manuale nei campi: l'eliminazione delle erbacce - shutterstock.ocm
Lavoro manuale nei campi: l'eliminazione delle erbacce - shutterstock.ocm
Secondo Wikipedia è una “pseudoscienza”, “priva di fondamento scientifico”. Per alcuni, invece, è la traduzione di rigorose “pratiche agronomiche normate e tutelate dal 1991” che disegnano “le nuove frontiere dell’agroecologia”. Stiamo parlando dell’agricoltura biodinamica, le cui basi “sono date dal corso di Rudolf Steiner ‘Fondamenti scientifico-spirituali per il progresso dell’agricoltura’ del 1924”. Ad affermarlo nel suo disciplinare è Demeter (demeter.it), l’unico organismo certificatore presente nel nostro Paese e che al primo gennaio 2017 contava 309 aziende agricole sub-licenziatarie del marchio, 114...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia