Interni / Opinioni

Putin, il fu “giardino di pace” e una classe politica senza visione

Invece di mettere in piedi una strategia di pace europea, l’Italia ha scelto di “stare nei ranghi”, in una posizione subordinata. La rubrica di Tomaso Montanari

Tratto da Altreconomia 248 — Maggio 2022
Il presidente del Consiglio, Mario Draghi durante la comunicazione sugli sviluppi del conflitto tra Russia e Ucraina del primo marzo 2022
Invece di mettere in piedi una strategia di pace europea, l’Italia ha scelto di “stare nei ranghi”, in una posizione subordinata. La rubrica di Tomaso Montanari To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Trimestrale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta + digitale, Annuale con Africa, Annuale "Sostenitore" di Altreconomia or...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.