Interni / Reportage

La rete transfrontaliera che accoglie i migranti in Val di Susa

A Oulx, lungo il confine italo-francese, attivisti e solidali sostengono chi arriva e cerca di superare le montagne. Al Rifugio Massi si danno informazioni sui pericoli della rotta, vestiti e si ascolta nel segno della condivisione

Tratto da Altreconomia 237 — Maggio 2021
Silvia, insegnante, è una volontaria del Rifugio Massi. Ha iniziato ad aiutare a Bardonecchia nell’inverno 2016-2017, poi è arrivata a Oulx © Elena Strada
A Oulx, lungo il confine italo-francese, attivisti e solidali sostengono chi arriva e cerca di superare le montagne. Al Rifugio Massi si danno informazioni sui pericoli della rotta, vestiti e si ascolta nel segno della condivisione To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Trimestrale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.