Obiettivo / Attualità

Case da sistemare

L’Italia ha valori sopra la media Ue per sovraffollamento delle abitazioni e inquinamento generato dall’utilizzo del riscaldamento. In un mercato immobiliare che registra un trend negativo del 15% nei prezzi delle case dal 2010 al 2020 e un aumento del costo dell’affitto (del 6%), vivere in una casa dignitosa è sempre più raro. Intanto l’incidenza del settore edile nel Pil nazionale è calata del 27% in dieci anni

Tratto da Altreconomia 246 — Marzo 2022
Nell’Unione europea il 14% della popolazione vive in una casa in cui il tetto “perde” (dati Eurostat del 2020). L’8,2% invece abita in alloggi che non possono essere riscaldati adeguatamente. In Bulgaria la percentuale sale al 27,5% © istockphoto.com



© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.