Altre Economie / Attualità

A Udine un forno di quartiere crea comunità e filiere locali del pane

Il panificio storico della città rischiava di chiudere, lasciando un vuoto. Con l’aiuto delle realtà dell’economia solidale ha una vita nuova: utilizzerà grani locali per impastare, mettendo al bancone persone svantaggiate e volontari

Tratto da Altreconomia 241 — Ottobre 2021
A Udine il progetto del forno di quartiere prevede di avviare una collaborazione con il carcere di Trieste: nel panificio si venderanno i prodotti realizzati dai detenuti con la farina del Distretto di economia solidale Friul di Mieç
Il panificio storico della città rischiava di chiudere, lasciando un vuoto. Con l’aiuto delle realtà dell’economia solidale ha una vita nuova: utilizzerà grani locali per impastare, mettendo al bancone persone svantaggiate e volontari To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta + digitale, Annuale con Africa, Annuale "Sostenitore"...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.