Diritti

RICOSTRUIRE UNA CULTURA…

RICOSTRUIRE UNA CULTURA Sabato a Genova il Comitato Verità e Giustizia organizza un incontro che un titolo dettato dalle notizie delle ultime settimane: "Premiata macelleria italiana". Il riferimento è ovviamente alla mattanza della scuola Diaz descritta dal vice questore Michelangelo…

RICOSTRUIRE UNA CULTURA

Sabato a Genova il Comitato Verità e Giustizia organizza un incontro che un titolo dettato dalle notizie delle ultime settimane: "Premiata macelleria italiana". Il riferimento è ovviamente alla mattanza della scuola Diaz descritta dal vice questore Michelangelo Fournier. Il sottotitolo indica il senso dell’iniziativa: "Chi controlla le forze di polizia? Chi garantisce i diritti costituzionali?"

Le vicende più recenti hanno mostrato quanto sia debole il potere politico e quanto siano lontane le forze di polizia da quei principi di trasparenza, rigoroso rispetto delle libertà politiche e dei diritti umani che dovrebbero essere alla base della sua azione. Crediamo che in Italia stiamo vivendo un’emergenza diritti civili e che stiamo procedendo a grandi passi verso una democrazia di tipo autotitario, oltretutto sempre più invocata in vari ambienti politici, giornalistici, culturali. L’ammirazione per il "modello Sarkozy" e la pervasività dell’ossessione securitaria sono in questa due potenti motori che velocizzano questa pericolosa marcia.

E’ necessario mettere in circolazione anticorpi efficaci, quindi ricomporre quella cultura democratica dei diritti civili che non sembra più far parte del Dna delle forse pollitiche principali, tutte tese a rassicurare cittadini spaventati, in un mondo in cui trionfano il militarismo e l’idea che la sicurezza si può garantire moltiplicando gli strumenti di sorveglianza, i divieti, le forze di polizia.

Discuteranno di questi temi, fra gli altri, anche Alessandro Dal Lago e Salvatore Palidda, che sono fra i pochi studiosi italiani a dedicare costante attenzione ai temi della sicurezza, del controllo democratico sugli apparati di polizia, dell’effettivo esercizio dei diritti civili. Viviamo in una società sempre più dura e soffocante, al punto che questo dibattito suonerà ai più come qualcosa di controcorrente e provocatorio: sarà invece un’occasione per mettere in campo analisi e  proposte che dovranno rapidamente trasformarsi in azione.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia