Ambiente / Reportage

Reportage dall’Amazzonia brasiliana dove è in corso una “guerra di conquista” contro i popoli indigeni

È una lotta combattuta a colpi di invasioni di terre, comunità assediate, scorrerie di bande armate agli ordini di imprenditori agricoli (fazenderos) e attivisti uccisi. Combattuta anche con il fuoco. A guidarla, a partire dal linguaggio, è il presidente Jair Bolsonaro. Al centro degli interessi ci sono le risorse della foresta. In ottobre, in programma a Roma il sinodo dei vescovi dell’Amazzonia

Tratto da Altreconomia 219 — Ottobre 2019
Una foto aerea del rogo ad Altamira nello Stato del Pará (Brasile). L’immagine è frutto del lavoro di documentazione di Greenpeace Brasile. © Victor Moriyama/Greenpeace
È una lotta combattuta a colpi di invasioni di terre, comunità assediate, scorrerie di bande armate agli ordini di imprenditori agricoli (fazenderos) e attivisti uccisi. Combattuta anche con il fuoco. A guidarla, a partire dal linguaggio, è il presidente Jair Bolsonaro. Al centro degli interessi ci sono le risorse della foresta. In ottobre, in programma a Roma il sinodo dei vescovi dell’AmazzoniaTo access this post, you must purchase Abbonamento annuale Ae + Mosaico di Pace, Abbonamento annuale Ae + Azione...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia