Diritti / Approfondimento

Trent’anni dopo, il Brasile ha ancora bisogno di Chico Mendes

Il 22 dicembre 1988 il sindacalista e ambientalista veniva assassinato per la sua lotta in difesa della foresta amazzonica e delle tribù che la abitano. Con l’elezione di Bolsonaro riemergono i fantasmi dello sfruttamento indiscriminato

Tratto da Altreconomia 210 — Dicembre 2018
Il neo eletto presidente del Brasile, Jair Bolsonaro. Entrarà in carica il prossimo 1° gennaio © Fábio Rodrigues Pozzebom/Agência Brasil

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia