L’economia trasformativa

Per una società dei diritti, delle relazioni e dei desideri

Un libro radicale, per cambiare davvero modello: dal capitalismo, che mercifica ogni cosa, alle economie “umane”, solidali e trasformative, che permettono di prendersi cura di sé, degli altri, del pianeta.

L’uomo non è solo economia: è soprattutto diritti, relazioni, desideri. È il cittadino e il coltivatore di una società in transizione, dove è necessario e urgente trovare una soluzione sistemica alle catastrofi ambientali, sociali e umane provocate dall’attuale sistema economico.

Questo libro raccoglie i testi di liberi pensatori accomunati dalla visione di un’economia e una società più giuste e solidali.
Al bando le false soluzioni -quasi ossimori- come lo “sviluppo sostenibile” o il “green new deal”. La proposta è “fuoriuscire dall’economia” che uccide, inquina, controlla e puntare tutto sulla creazione di “valore” (prima che di merci o denaro) che affonda le radici in rapporti di produzione, scambio e fruizione liberi dalle costrizioni del mercato.

L’obiettivo è una società e un’economia del bem viver, fondata sul rispetto del Creato e su “comunità locali solidali”, dove il lavoro comprenda le attività di cura e “manutenzione” della vita. Un mondo possibile che vive già in mille esperienze territoriali -diffuse in tutta Italia, ad esempio in Campania e Sicilia- di agroecologia, partecipazione, autogestione, mutualismo ed ecofemminismo; comunità dove si praticano democrazia, condivisione e ridistribuzione. O nella Scuola per l’Economia Trasformativa, che valida e promuove il radicamento quotidiano, la facilità di comprensione e il consenso popolare di questo mondo possibile.

Con i contributi di:

Roberto Brioschi, ricercatore militante delle economie trasformative e del mutualismo, ha tra le sue attività la scrittura.
Paolo Cacciari, attivista e giornalista, autore, tra gli altri libri, di “101 piccole rivoluzioni” (Altreconomia).
Salvatore Esposito, psicoterapeuta e già programmatore alla Regione Campania per le politiche sociali, animatore di comunità sostenibili.
Antonino Lo Bello, ingegnere, è presidente dell’A.p.s. Comitato “Fa’ la Cosa Giusta! Sicilia”, esperto di pianificazione territoriale e tutela delle acque.
Adriana Maestro, responsabile del Centro Studi della Rete delle comunità sostenibili.
Roberto Mancini, docente di Filosofia teoretica all’Università di Macerata, direttore della Scuola per l’Economia Trasformativa dell’Università per la Pace delle Marche.
Soana Tortora, già presidente di ACLI-IPSIA, fondatrice di Solidarius Italia Sas e autrice di “Utopia in cantiere”.
Riccardo Troisi, attivista e ricercatore dell’associazione Fairwatch e per la ricerca internazionale Susy.
Massimo Acanfora, giornalista, editor di Altreconomia, fondatore di “Fa’ la cosa giusta!”.

Gli autori

Roberto Brioschi

Roberto Brioschi è ricercatore militante del mutualismo, membro della Rete dei Semi Rurali e del Comitato Scientifico dell'Osservatorio sulle Economie Civili della Regione Campania, ha tra le sue attività la scrittura. E' autore e co-autore di "Biologico etico", "L'Agricoltura è sociale", "Dormire e mangiare nell'orto", "L'Economia Trasformativa" e di "Il viaggiatore contadino" (Altreconomia).

Paolo Cacciari

Paolo Cacciari (Venezia, 1949), laureato in architettura, è giornalista e autore, ma anche attivista nei movimenti sociali, ambientalisti e per la decrescita. Eletto Deputato nella XV legislatura, negli anni 2000 è stato a più riprese amministratore, assessore e vice-sindaco del Comune di Venezia. Collabora tra le altre testate con il sito comune-info.net. È uno dei più lucidi pensatori, autore di numerosi saggi sui temi dell’economia solidale. Tra gli altri “Decrescita o barbarie” (Carta e Intra Moenia, 2006), “Viaggio nell’Italia dei beni comuni” (Marotta & Cafiero, 2012), “Vie di fuga” (Marotta & Cafiero, 2014), “101 piccole rivoluzioni” (Altreconomia, 2017) e -con altri autori- “L’Economia trasformativa“ (Altreconomia, 2020).

Roberto Mancini

Insegna Filosofia teoretica all’Università di Macerata. È editorialista per il mensile “Altreconomia” ed è autore di numerosi articoli e saggi. Tra i suoi ultimi libri: Le logiche del male (Rosenberg & Sellier, 2012), La logica del dono (Edizioni Messaggero, 2011) e Idee eretiche (Altreconomia, 2010)

Massimo Acanfora

Nato a Milano, è giornalista. Dal 2009 a oggi è responsabile editoriale, editor, copy e autore per Altreconomia edizioni. Dopo una parentesi nel lavoro sociale nei primi anni 90, ha lavorato per il giornale ed editore Terre di mezzo, per il quale nel 2003 ha ideato e organizzato la fiera “Fa’ la cosa giusta!”. Ha portato inoltre in Italia la manifestazione “La Notte dei Senza Dimora”. Ha contribuito a costruire il settore editoriale e librario di Terre di mezzo edizioni. Ha poi lavorato all’agenzia Aragorn come ufficio stampa per numerose organizzazioni non profit. Nel 2008 è stato promotore a Milano dell’evento Homeless World Cup. È autore di diversi libri, tra cui la fortunata guida “Pappamondo” (Cart’armata edizioni), ma anche del manuale “E ora si ikrea!” (Ponte alle Grazie/Altreconomia) e di “Il ritorno delle cose” (con Angelo Miotto, Altreconomia).


Il commento dei lettori

Ancora non ci sono recensioni.

Acquista questo prodotto per poter aggiungere una recensione.