Diritti

Onorevole Mohacsi resti qui

Le scandalizzate osservazioni di Viktoria Mohacsi, eurodeputata liberale ungherese di origine rom, dopo la sua visita in Italia e in particolare al campo rom del Casilino a Roma, hanno giustamente impressionato. La deputata ungherese ha accusato il nostro paese di…

Le scandalizzate osservazioni di Viktoria Mohacsi, eurodeputata liberale ungherese di origine rom, dopo la sua visita in Italia e in particolare al campo rom del Casilino a Roma, hanno giustamente impressionato. La deputata ungherese ha accusato il nostro paese di violazioni ripetute e continuate delle indicazioni e delle prescrizioni dell’Unione europea e di vari organismi internazionali, com’è purtroppo noto a chi non fa finta di non sapere.
Lo sappiamo da tempo: l’Italia non tutela la minoranza rom, che è anzi angariata, costretta a vivere in condizioni indecenti, in autentici ghetti (i campi rom). In questo periodo all’elenco delle vessazioni si aggiungono gli sgomberi, le brutali aggressioni, le intimidazioni continue delle forze di polizia.

Siamo il paese, e anche questo lo sappiamo da tempo, dove è quasi sconosciuta la parola porrajmos, che indica il tentato sterminio del popolo rom da parte della Germania nazista. Seminiamo odio e tensione a piene mani, immemori della nostra storia e delle nostre responsabilità. L’onorevole Mohacsi andrebbe ringraziati e invitata a restare per tenere sotto osservazione la nostra sciagurata classe politiche, che nei prossimi giorni darà forma di legge alle discriminazioni xenofobe di queste settimane.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia