Diritti

OMICIDI DI STATO…

OMICIDI DI STATO In questa vorticosa degenerazione del diritto internazionale, e dell’etica minima dell’agire politico, siamo arrivati al punto che un ministro degli esteri (quello di Israele) può tranquillamente minacciare di omicidio un rivale politico, in questo caso il premier…

OMICIDI DI STATO

In questa vorticosa degenerazione del diritto internazionale, e dell’etica minima dell’agire politico, siamo arrivati al punto che un ministro degli esteri (quello di Israele) può tranquillamente minacciare di omicidio un rivale politico, in questo caso il premier in pectore dell’Autorità palestinese. Il governo israeliano ha già deciso ed eseguito alcune sentenze del genere e oggi sembra considerare legittimo e "normale" discutere in cosniglio dei ministri chi eliminare e come. Un paio di leader di Hamas sono stati trucidati in tempi recenti con omicidi mirati, costati fra l’altro la vita anche ad altre persone. Ora tornano le minacce. I ministri di Israele, di questo passo, rischiano di trasformarsi in un gruppo di cecchini. Possibile che tutto questo sia accettato senza scandalo? Che cosa potrà restare, oltre a misere a macerie, dopo lo strazio causato da questo nuovo modo d’intendere la "ragion di stato"?

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia