Diritti

Oil for nothing, il documentario della CRBM sul Delta del Niger

Si chiama “Oil for Nothing” il video realizzato da Luca Tommasini e prodotto dalla CRBM sugli impatti delle attività estrattive delle multinazionali nel Delta del Niger.Testimonianze e immagini che evidenziano come il fenomeno del gas flaring (il gas bruciato in torcia collegato all’estrazione del petrolio) e gli sversamenti di greggio comportino degli effetti molto negativi sull’ambiente e sulle comunità locali. Il tutto senza che le oil corporation si curino troppo delle conseguenze nefaste delle loro operazioni.

Tratto da Altreconomia 132 — Novembre 2011

Si chiama “Oil for Nothing” il video realizzato da Luca Tommasini e prodotto dalla CRBM sugli impatti delle attività estrattive delle multinazionali nel Delta del Niger. Nonostante le difficoltà legate alla diffusa militarizzazione del territorio, Tommasini è riuscito a raccogliere numerose testimonianze e immagini che evidenziano come il fenomeno del gas flaring (il gas bruciato in torcia collegato all’estrazione del petrolio) e gli sversamenti di greggio comportino degli effetti molto negativi sull’ambiente e sulle comunità locali. Il tutto senza che le oil corporation si curino troppo delle conseguenze nefaste delle loro operazioni.

Del Delta del Niger abbiamo parlato nel reportage "Il vero costo di un litro di benzina" nel numero di novembre di Altreconomia. A dicembre i lettori del giornale riceveranno il dossier "Il Delta dei veleni", che si può scaricare in formato .pdf anche qui

Il documentario, della durata di circa 20 minuti, è stato proiettato per la prima volta la sera del 22 novembre a Roma, al cinema l’Aquila, dove oltre 200 persone hanno assistito alla serata dedicata alla Nigeria dalla CRBM, da Amnesty International e da Aktivamente.

Oil for Nothing from Luca Tommasini on Vimeo.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia