Obiettivo / Attualità

Le culle vuote dell’Italia

In Italia continuano a diminuire le nascite. Secondo l’Istat nel 2019 ci sono stati 420.084 nuovi nati, quasi 20mila in meno rispetto al 2018 e oltre 156mila in meno rispetto al 2008. Sono diminuite soprattutto le nascite da genitori entrambi italiani: 327.724 nel 2019, oltre 152mila in meno rispetto al 2008. A partire dal Duemila -spiega l’Istat- l’apporto dell’immigrazione ha contenuto gli effetti del calo delle nascite.

Tratto da Altreconomia 234 — Febbraio 2021
Dal 2008 in Italia le nascite sono costantemente in calo. Secondo i dati Istat (provvisori) riferiti al periodo gennaio-agosto 2020, le nascite sono oltre 6.400 in meno rispetto allo stesso periodo del 2019 © www.istockphoto.com
In Italia continuano a diminuire le nascite. Secondo l’Istat nel 2019 ci sono stati 420.084 nuovi nati, quasi 20mila in meno rispetto al 2018 e oltre 156mila in meno rispetto al 2008. Sono diminuite soprattutto le nascite da genitori entrambi italiani: 327.724 nel 2019, oltre 152mila in meno rispetto al 2008. A partire dal Duemila -spiega l’Istat- l’apporto dell’immigrazione ha contenuto gli effetti del calo delle nascite. To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.