Obiettivo / Attualità

Il valore delle rimesse

Nel 2019 secondo Eurostat le rimesse dei lavoratori residenti nell’Unione europea verso Paesi extra-Ue sono state pari a 33,2 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 30,8 miliardi di euro del 2018. Nello stesso periodo i trasferimenti verso gli Stati dell’Ue sono stati pari a 13 miliardi di euro. Le rimesse sono state principalmente inviate da persone migranti verso i loro Paesi di origine

Tratto da Altreconomia 232 — Dicembre 2020
Secondo l’Eurostat nel 2019 i Paesi che hanno registrato le maggiori rimesse verso Paesi extra-Ue sono stati la Francia (11,9 miliardi di euro), la Spagna (8,5 miliardi di euro), l’Italia (6,7 miliardi di euro), la Germania (5,4 miliardi di euro) e il Belgio (1,4 miliardi di euro) © EPA/WALLACE WOON
Nel 2019 secondo Eurostat le rimesse dei lavoratori residenti nell’Unione europea verso Paesi extra-Ue sono state pari a 33,2 miliardi di euro, in aumento rispetto ai 30,8 miliardi di euro del 2018. Nello stesso periodo i trasferimenti verso gli Stati dell’Ue sono stati pari a 13 miliardi di euro. Le rimesse sono state principalmente inviate da persone migranti verso i loro Paesi di origine To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.