Diritti

L’HABEAS DATA NELLE DEMOCRAZIE AUTORITARIE…

L’HABEAS DATA NELLE DEMOCRAZIE AUTORITARIE Stefano Rodotà, presidente dell’Autorità garante della privacy, ha svolto un allarmato e importante intervento al convegno europeo sulla privacy che si è tenuto nei giorni scorsi in Polonia. Rodotà ha sostenuto che “la tutela della…

L’HABEAS DATA NELLE DEMOCRAZIE AUTORITARIE

Stefano Rodotà, presidente dell’Autorità garante della privacy, ha svolto un allarmato e importante intervento al convegno europeo sulla privacy che si è tenuto nei giorni scorsi in Polonia. Rodotà ha sostenuto che “la tutela della privacy si proietta al di là della semplice protezione della sfera privata e diviene elemento essenziale della cittadinanza del nuovo millennio”. Questo avviene, secondo Rodotà, perché “senza una forte tutela dei loro dati, le persone rischiano sempre più di essere discriminate per le loro convinzioni, credenze religiose, condizioni di salute. Senza una forte tutela delle opinioni politiche – ha aggiunto – dell’appartenenza partitica, sindacale, associativa, i cittadini rischiano di essere esclusi dal processo democratico”.

Il salto di qualità è evidente: la privacy, nella società dell’informazione e della lotta senza quartiere al terrorismo, non è più un semplice fattore di protezione del singolo individuo e del suo diritto ad essere lasciato solo, ma un elemento di tutela attiva delle libertà civili in democrazie ormai apertamente insidiate dalla lotta al terrorismo e da politiche securitarie sempre più invasive.

Rodotà è arrivato a parlare della “necessità di un ‘habeas data’, di una protezione integrale della persona nella dimensione elettronica, che adempia la stessa funzione di garanzia delle libertà che ha storicamente svolto l’habeas corpus, l’impegno a rispettare il corpo e la libertà della persona”. Sappiamo quanto l’habeas corpus, fondamento della civiltà giuridica occidentale, sia stato messo in discussione, e addirittura sospeso, da alcuni governi e anche con apposite leggi (Stati Uniti e Gran Bretagna): il nuovo fronte informatico allarga l’emergenza diritti che sta investendo l’occidente, alle prese con una forte crisi della propria identità giuridica e civile, e a forte rischio di una deriva autoritaria.

L’habeas data di Rodotà porta il tema della privacy nel suo giusto contesto.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia