Esteri / Approfondimento

Le piantagioni di eucalipto in Brasile e le lotte delle comunità locali

Dal 1970 la coltivazione intensiva nello Stato del Minas Gerais ha impoverito i terreni e sottratto i campi alle popolazioni. La pianta cresce rapidamente e il legno è usato come combustibile dalle acciaierie. Coinvolta anche Arcelor Mittal

Tratto da Altreconomia 244 — Gennaio 2022
Una piantagione di eucalipto nel cerrado del Minas Gerais. A causa dell’elevato fabbisogno d’acqua della pianta, alle falde acquifere arriva il 40% in meno di acqua piovana rispetto a una situazione naturale. Con gravi conseguenze sulla salute delle comunità locali © CAV
Dal 1970 la coltivazione intensiva nello Stato del Minas Gerais ha impoverito i terreni e sottratto i campi alle popolazioni. La pianta cresce rapidamente e il legno è usato come combustibile dalle acciaierie. Coinvolta anche Arcelor Mittal To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Trimestrale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.