Diritti

L’asilo per soli cristiani

"All’asilo comunale si accettano solo bimbi di famiglie cristiane": il titolo dell’articolo uscito sulla Gazzetta di Mantova si commenta da solo e la dice lunga su quel che sta maturando nel corpo della società italiana, in termini di chiusura, etnocentrismo,…

"All’asilo comunale si accettano solo bimbi di famiglie cristiane": il titolo dell’articolo uscito sulla Gazzetta di Mantova si commenta da solo e la dice lunga su quel che sta maturando nel corpo della società italiana, in termini di chiusura, etnocentrismo, rigetto dei princìpi democratici.

Leggendo il testo si scopre che il consiglio comunale di Goito avrebbe introdotto il requisito per rispettare una tradizione, e cioè il fatto che l’asilo in questione è stato sempre gestito secondo un’ispirazione cristiana. Giustamente un lettore ha commentato questa notizia "postando" l’articolo 3 della Costituzione, che dice: "Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali. È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale, che, limitando di fatto la libertà e l’eguaglianza dei cittadini, impediscono il pieno sviluppo della persona umana e l’effettiva partecipazione di tutti i lavoratori all’organizzazione politica, economica e sociale del Paese".

Il minimo che si possa dire, è che gli amministratori di Goito avrebbero bisogno urgente di un corso di educazione civica. Sarebbe anche interessante conoscere l’opinione degli educatori dell’asilo gestito cristianamente e dei vertici locali e nazionali della Chiesa. C’è anche da chiedersi se notizie così non meriterebbero un’attenzione maggiore da parte dei media.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia