Ambiente / Opinioni

L’abisso culturale del consumo di suolo

La legge in discussione al Senato non frena né ferma la “speculzione edilizia” su suoli liberi o agricoli, e sembra scritta negli anni Cinquanta. "Piano terra", l'editoriale di Paolo Pileri
Tratto da Altreconomia 191 — Marzo 2017
Il rudere di un immobile in costruzione su suolo agricolo - https://gruppodinterventogiuridicoweb.com
Il rudere di un immobile in costruzione su suolo agricolo - https://gruppodinterventogiuridicoweb.com
Non è consentito il consumo di suolo tranne che per “gli interventi e i programmi di trasformazione […] previsti nei piani attuativi […] per i quali i soggetti interessati abbiano presentato istanza per l’approvazione prima della data di entrata in vigore della presente legge, nonché le varianti, il cui procedimento sia attivato prima della data di entrata in vigore della presente legge, che non comportino modifiche di dimensionamento dei piani attuativi”. Non state leggendo un estratto da “La speculazione edilizia”, scritto...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia