Opinioni

La legalità illuminata

Il progetto Sefea Energy -nata dalla partnership tra la Fondazione di Comunità di Messina e Sefea, la Società europea della finanza etica e alternativa- punta alla riconversione energetica degli enti locali, coniugando sviluppo, inclusione sociale e inserimento lavorativo dei più deboli. Tra le adesioni quella del Comune di Lipari

Tratto da Altreconomia 179 — Febbraio 2016

Stando alle classifiche sulla qualità della vita che all’inizio di ogni anno alcuni quotidiani nazionali pubblicano sulle loro prime pagine, chi vive al Sud è spesso maggiormente penalizzato rispetto a coloro che vivono al Centro-Nord della nostra penisola. Una maggiore insicurezza, la mancanza di servizi e una forte disoccupazione dovuta alla soffocante presenza delle mafie e alla storica mancanza dello sviluppo di un tessuto produttivo-industriale, spinge tante persone, in particolar modo molti giovani, a fare le valige per spostarsi non più in Settentrione ma, addirittura, al di fuori dell’Italia alla ricerca di un futuro.
Se ci limitassimo alle lettura dei giornali e all’esame delle analisi statistiche, serie ed importanti (dall’ultimo annuario statistico dell’Istat, infatti, è emerso che nelle regioni del Mezzogiorno il tasso di disoccupazione in media nel 2014 è salito al 20,7%, uno dei valori più alti in Europa dopo Grecia e Spagna), probabilmente ci sfuggirebbero quei progetti innovativi che proprio al Sud hanno avuto origine, anche in tempi recenti.
Qui racconteremo il progetto Sefea Energy, la energy company nata dalla partnership tra la Fondazione di Comunità di Messina e Sefea, la Società europea della finanza etica e alternativa (costituita nel 2002 da Banca Etica e altre nove istituzioni finanziarie europee e con progetti in cantiere in Sicilia, Emilia-Romagna, Veneto, Liguria, Trento, ma anche Belgio e Francia, e sono in fase avanzata contatti con alcuni Paesi del Maghreb), con la collaborazione di un’azienda leader nel campo dell’illuminazione, l’emiliana Beghelli.

Il progetto Sefea Energy è inquadrabile nell’ambito della social green economy e mira a finanziare la riconversione a basso impatto energetico di edifici e aree pubbliche e private attualmente illuminate da impianti vetusti che consumano molta energia. Al loro posto verranno utilizzati impianti con tecnologia Led forniti da Beghelli. I promotori del progetto hanno previsto di realizzare un patto con i Comuni che decideranno di cambiare i loro impianti di illuminazione: con una parte dei risparmi economico-finanziari che si realizzeranno -fino al 20%, per i primi otto anni, tempo stimato per ammortizzare i costi- gli enti si impegnano a finanziare progetti di educazione alla legalità, programmi di sviluppo umano e di alta formazione, borse di studio per formare risorse umane locali alla scuola internazionale di economia etica, nonché processi di inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Sefea Energy finanzierà l’installazione, la gestione e la manutenzione degli impianti di illuminazione a massima resa energetica. Queste operazioni saranno realizzate attraverso filiere corte, composte da cooperative sociali locali opportunamente formate e in rapporto con Beghelli, in cui sarà garantito l’inserimento lavorativo di soggetti deboli. Il modello proposto si fonda sull’attuazione dei principi dell’economia civile, sulla logica del mutuo vantaggio, della corresponsabilità e della sussidiarietà circolare, in coerenza con lo spirito della Costituzione repubblicana.

Il Comune di Casalvecchio Siculo (ME) è stato tra i primi a decidere di implementare il progetto Safea Energy. Il risparmio ottenuto, ha dichiarato il sindaco, Marco Saetti, “sarà destinato alle attività di un Gruppo d’acquisto solidale che potrà promuovere i piccoli produttori di qualità dell’intera provincia di Messina nella logica relazionale dell’economia civile”. Altra adesione importante è stata quella del Comune di Lipari. Nelle isole Eolie, il costo dell’energia elettrica ha costi molto più elevati rispetto al resto del Paese non essendoci un collegamento con la rete energetica nazionale. Avviso Pubblico, la rete nazionale degli enti locali impegnati in attività di formazione civile contro le mafie, ha segnalato Sefea Energy ai suoi 350 enti soci ed ha partecipato alla presentazione del progetto, a Roma, alla Fondazione con il Sud, lo scorso 21 dicembre. Le legalità e la giustizia sociale si illuminano, non solo d’immenso, ma legando rispetto emancipazione a sviluppo. —

* coordinatore nazionale di "Avviso pubblico"

© Riproduzione riservata

 

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia