Esteri / Approfondimento

La falsa soluzione dell’acquacoltura che sottrae risorse ai Paesi africani

La produzione di farine e olio di pesce destinata agli allevamenti occidentali mette a rischio la sicurezza alimentare di oltre 40 milioni di persone che vivono in Africa. Il ruolo delle multinazionali europee dei mangimi e il caso dell’Italia

Tratto da Altreconomia 240 — Settembre 2021
Fatou Samba, attivista di Bargny, una comunità di pescatori vicino a Dakar. In Senegal, il settore della pesca artigianale impiega circa 700mila lavoratori © Clément Tardif
La produzione di farine e olio di pesce destinata agli allevamenti occidentali mette a rischio la sicurezza alimentare di oltre 40 milioni di persone che vivono in Africa. Il ruolo delle multinazionali europee dei mangimi e il caso dell’Italia To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta +...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.