Diritti

La Diaz a fumetti

Sta per uscire, dall’editore Becco Giallo, una storia a fumetti riguardante l’irruzione della polizia alla scuola Diaz, nel luglio 2001 a Genova, durante il G8. Concita De Gregorio, giornalista della Repubblica e autrice a suo tempo di una ricostruzione delle…

Sta per uscire, dall’editore Becco Giallo, una storia a fumetti riguardante l’irruzione della polizia alla scuola Diaz, nel luglio 2001 a Genova, durante il G8. Concita De Gregorio, giornalista della Repubblica e autrice a suo tempo di una ricostruzione delle vicende genovesi, ha scritto una recensione uscita oggi sul suo giornale.
Oltre alla storia a fumetti, com’è tipico dei volumi del Becco Giallo, il libro contiene una cronologia e due interviste: una al sottoscritto, un’altra a Enrica Bartesaghi, presidente del Comitato Verità e Giustizia per Genova. Questa parte del libro è curata da Francesco Barilli, animatore del sito Reti-invisibili. La sceneggiatrice della toria è Gloria Bardi, che si è attenuta strettamente alle carte processuali, il disegnatore Gabriele Gamberini.

Questo fumetto arriva in un momento particolarmente difficile per tutti: l’ossessione per la sicurezza sta spingendo il nuovo governo a prendere misure liberticide (e contrarie allo spirito, se non alla lettera della Costituzione), e tutto il paese è proteso verso la rinuncia ai diritti e alle libertà, in cambio della promessa sicurezza. Otterremo probabilmente più contorlli, più repressione, più egosimo e più paura.

In questo contesto, parlare di G8, di violazioni dei diritti umani e delle libertà civili, di responsabilità politiche per la sospensione dello stato di diritto, di altissimi dirigenti di polizia sotto processo che hanno ottenuto ingiuste e pericolose promozioni, è chiaramente… eversivo.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia