Ambiente / Approfondimento

Il nuovo porto di Genova piega la città. Gli interessi di Msc

Un progetto prevede il passaggio dal “porto emporio” medievale a uno nuovo ideato per ospitare mega-portacontainer di ultima generazione oltre alla navi da crociera. Gli impatti ambientali sarebbero rilevanti ma il dibattito pubblico non c’è

Tratto da Altreconomia 248 — Maggio 2022
Lo spostamento della diga foranea permetterebbe uno spazio di movimentazione maggiore per le navi cargo di nuova generazione, che hanno una portata di oltre 20mila container, una lunghezza di circa 400 metri ed enormi difficoltà di manovra
Un progetto prevede il passaggio dal “porto emporio” medievale a uno nuovo ideato per ospitare mega-portacontainer di ultima generazione oltre alla navi da crociera. Gli impatti ambientali sarebbero rilevanti ma il dibattito pubblico non c’è To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Trimestrale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta +...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.