Una voce indipendente su economia, stili di vita, ambiente, cultura
Diritti

Gli esorcismi di Gad

Nelle ultime righe di uno sconcertante articolo, in cui l’ipocrisia si somma alla difficilissima impresa di sostenere che il provvedimento del Comune di Firenze contro i lavavetri “non ha nulla di leghista”, Gad Lerner queste parole: “Cancellare la presenza delle…

Nelle ultime righe di uno sconcertante articolo, in cui l’ipocrisia si somma alla difficilissima impresa di sostenere che il provvedimento del Comune di Firenze contro i lavavetri “non ha nulla di leghista”, Gad Lerner queste parole: “Cancellare la presenza delle vite derelitte in mezzo a noi non è possibile. Ma ripristinare dignità e legalità agli incroci cittadini è doveroso, anche per custodire quel bene ormai raro ma prezioso che è la solidarietà”.
In poche ricghe Lerner, certo senza accorgersene, mette a nudo le perverse contorsioni cui è costretto il nascente Partito democratico per giustificare le sue trovate demagogiche e autoritarie, i suoi omaggi alle furiedi cittadini sempre più incattiviti. Prima Lerner indica quel è il vero sentimento che muove molti insofferenti concittadini e gli amministratori che li assecondano e li aizzano, ossia il desiderio di “cancellare le vite derelitte in mezzo a noi”. Poi usa l’argomento – udite udite – della dignità  per giustificare un provvedimento vessatorio, ingiusto e umiliante com’è la repressione di persone – i lavavetri – che cereto non si divertono a infrangere la “legalità” che sta tanto a cuore al benpensante editorialista della Repubblica.

Infine Lerner osa invocare il concetto di solidarietà, che a questo punto del discorso, appare un esorcismo, più che un argomento.

Newsletter

Iscriviti alla newsletter di Altreconomia per non perderti le nostre inchieste, le novità editoriali e gli eventi.