Diritti

G20, quella commissione che indaga sulla polizia

Sembra davvero, come alcuni attivisti avevano immediatamente denunciato, che Ian Tomlinson, l’edicolante morto d’infarto a Londra durante le manifestazioni contro il G20, sia stato aggredito dalla polizia. Il suo decesso non è dunque avvenuto per cause naturali, come ci si…

Sembra davvero, come alcuni attivisti avevano immediatamente denunciato, che Ian Tomlinson, l’edicolante morto d’infarto a Londra durante le manifestazioni contro il G20, sia stato aggredito dalla polizia. Il suo decesso non è dunque avvenuto per cause naturali, come ci si è affannati a sostenere.

Quel che colpisce è che il caso sta per essere smascherato grazie a un’inchiesta avviata dalla Independent Police Complaints Commission (Ipcc), una commissione governativa che ha lo specifico compito di indagare su eventuali abusi delle forze di polizia.

Da noi, paese dei  mille misteri e degli infiniti depistaggi, qualcosa del genere è inimmaginabile. La proposta di istituire una commissione analoga (e probabilmente ne abbiamo più bisogno di altri, visti i casi Giuliani, Aldrovandi, Bianzino per non citare che i primi che vengono a mente), avanzata da alcune associazioni, ad esempio il Comitato verità e Giustizia per Genova, è stata ignorata dal mondo della politica, quando non derisa.

Intanto Amnesty International denuncia gravissimi abusi e tolleranza verso il razzismo da parte della polizia francese. Qualche problema, evidentemente, sussiste, nelle "polizie democratiche" della vecchia Europa. 

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia