Diritti / Reportage

Dopo le proteste, le assemblee popolari. Per costruire un altro Cile

Tratto da Altreconomia 222 — Gennaio 2020
Una delle manifestazioni per le stade di Santiago con la partecipazione dei vicini dell’Assemblea autoconvocata del Barrio Yungay, a Santiago nel novembre del 2019 - © Alessandra Cristina
Le mobilitazioni autoconvocate dagli studenti nell’ottobre scorso hanno trascinato in piazza il popolo. Che ora si organizza, a partire dai quartieri di Santiago, in assemblee civiche aperte a tutti, chiedendo una nuova CostituzioneTo access this post, you must purchase Abbonamento annuale Ae + Mosaico di Pace, Abbonamento annuale Ae + Azione non violenta, Abbonamento annuale Ae + Gaia, Abbonamento annuale Ae + Nigrizia, Abbonamento annuale Amico di Altreconomia, Abbonamento annuale estero carta + digitale, Abbonamento biennale carta + digitale, Abbonamento...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia