Diritti

Chi ha paura della libertà di religione?

L’idea della Lega Nord di fermare l’apertura di nuove moschee e di sottoporre a referendum la scelta di autorizzarne la costruzione, è frutto di una cultura antidemocratica e fondamentalista. In democrazia, e in paesi nei quali il pluralismo culturale, religioso, politico…

L’idea della Lega Nord di fermare l’apertura di nuove moschee e di sottoporre a referendum la scelta di autorizzarne la costruzione, è frutto di una cultura antidemocratica e fondamentalista. In democrazia, e in paesi nei quali il pluralismo culturale, religioso, politico è garantito, simili ipotesi non possono nemmeno arrivare all’attenzione pubblica, tanto se ne vergognerebbe il proponente.

Da noi succede addirittura che un ministro – e che ministro: il titolare degli Interni – la faccia propria, con il beneplacito di qualche esponente di un partito che si chiama Democratico. C’è davvero da chiedersi che cosa possa restare di un regime democratico dopo simili colpi.

In Italia anche parlare di libertà religiosa sta diventando tabù.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia