Diritti

CASARINI LIBERO E LO…

CASARINI LIBERO E LO SPIRITO DELLA COSTITUZIONE Luca Casarini non sarà dunque sottoposto alla sorveglianza speciale, chiesta dal questore di Venezia ma respinta dal tribunale. Sono molto importanti le motivazioni esposte dai magistrati, perché mostrano, per contrasto, la filosofia che…

CASARINI LIBERO E LO SPIRITO DELLA COSTITUZIONE

Luca Casarini non sarà dunque sottoposto alla sorveglianza speciale, chiesta dal questore di Venezia ma respinta dal tribunale. Sono molto importanti le motivazioni esposte dai magistrati, perché mostrano, per contrasto, la filosofia che ispirava la richiesta. I giudici hanno detto no perché – scrivono – ”presupposto necessario perché la misura sia applicata è la pericolosità sociale effettiva, concreta ed attuale. Nello specificoil tribunale ritiene che gli elementi di fatto addotti dall’autorità proponente non dimostrino una capacità a delinquere tale da rendere necessaria l’applicazione della sorveglianza speciale”.

I giudici aggiungono poi una valutazione sul tipo di attività condotta da Casarini, certo senza sposarne la logica né le motivazioni, la riconoscendone la natura politica: le sue motivazioni – scrivono ancora – ”non sono certamente assimilabili a quelle di chi intenda intraprendere un percorso di delinquenza”. E’ qui che va cercato il cuore di tutta la vicenda: da una parte c’è chi vorrebbe criminalizzare le forme più accese di protesta sociale, assimilandole a forme di teppismo e piccola delinquenza; dall’altra c’è chi si mantiene fedele alla lettera e allo spirito delle garanzie costituzionali, resistendo alle pressioni politiche e istituzionali.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia