Sport / Inchiesta

Stefano Ghisolfi. L’arrampicata vista dall’alto

20mila tesserati, 250 società e un’offerta crescente di strutture solo nel nostro Paese. Com’è cambiata quella che fu un’attività di nicchia. Intervista al giovane campione
Tratto da Altreconomia 197 — Ottobre 2017
Stefano Ghisolfi -classe 1993- ha vinto la medaglia di bronzo (categoria giovanile) al Campionato del mondo nel 2010 e nel 2011; nella categoria senior è salito cinque volte sul podio in singole tappe di Coppa del Mondo. Ha vinto il campionato italiano nel 2012, 2013, 2014 e 2015 e la Coppa Italia nel 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 e 2017. In falesia, sulla roccia, ha salito più di dieci vie tra il 9a+ e il 9b
Stefano Ghisolfi -classe 1993- ha vinto la medaglia di bronzo (categoria giovanile) al Campionato del mondo nel 2010 e nel 2011; nella categoria senior è salito cinque volte sul podio in singole tappe di Coppa del Mondo. Ha vinto il campionato italiano nel 2012, 2013, 2014 e 2015 e la Coppa Italia nel 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 e 2017. In falesia, sulla roccia, ha salito più di dieci vie tra il 9a+ e il 9b
L'arrampicata, intesa come disciplina sportiva e non più come alpinismo, è nata nel 1985 con la prima competizione ufficiale a Bardonecchia e da allora si è sempre più strutturata: nel 1987 si è costituita la Fasi (Federazione arrampicata sportiva italiana, www.federclimb.it), nel 2007 la Ifsc (International federation of sport climbing, www.ifsc-climbing.org) e lo scorso anno l’arrampicata sportiva è stata ammessa alle Olimpiadi del 2020 di Tokyo, confermando il trend di crescita e di diffusione di questo sport che in Italia...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia