Esteri / Approfondimento

Amulsar, la miniera d’oro da cui dipendono le sorti del Caucaso

In Armenia i cittadini mobilitati contro lo sfruttamento del giacimento di proprietà di una multinazionale anglo-canadese chiedono l’appoggio dei membri della diaspora internazionale. Il governo tace mentre il Nagorno-Karabakh resta in guerra

Tratto da Altreconomia 231 — Novembre 2020
Il sito minerario di Amulsar in Armenia, situato nei pressi della città di Jermuk. A giugno 2020 la miniera è tornata a essere proprietà della compagnia Lydian Canada Ventures Corporation © rmecofront.net
In Armenia i cittadini mobilitati contro lo sfruttamento del giacimento di proprietà di una multinazionale anglo-canadese chiedono l’appoggio dei membri della diaspora internazionale. Il governo tace mentre il Nagorno-Karabakh resta in guerra To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Trimestrale carta + digitale, Annuale digitale, Annuale carta + digitale, Annuale "sospeso"...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia