Diritti

ACCANIMENTO GIUDIZIARIO E AUTORIDUZIONI DA…

ACCANIMENTO GIUDIZIARIO E AUTORIDUZIONI DA RIDISCUTERE La chiusura delle indagini per i cosiddetti espropri proletari di Afragola e Roma si presta a una doppia considerazione. Da un lato va ribadito – in particolare per i fatti di Roma – che la condotta dei…

ACCANIMENTO GIUDIZIARIO E AUTORIDUZIONI DA RIDISCUTERE

La chiusura delle indagini per i cosiddetti espropri proletari di Afragola e Roma si presta a una doppia considerazione. Da un lato va ribadito – in particolare per i fatti di Roma – che la condotta dei Disobbedienti è stata maldestra. Quanto si fa un’azione di disobbedienza civile, o comunque la si voglia chiamare, è necessario organizzare le cose meticolosamente, sapendo a che cosa si va incontro, e preparando bene il terreno. Tutte cose che sono mancate. Basti dire che l’azione di autoriduzione ha finito per dare spazio a qualcosa che onestamente somiglia molto al furto (prosciutti, computer e altro portati via).

L’altro aspetto da considerare – il più importante – è che in questo caso trova un’ennesima conferma la tendenza a calcare la mano con le inchieste, e in particolare con la scelta dei capi d’imputazione, quando si è in presenza di azioni politiche. Non dimentichiamo che il ministro Pisanu, all’indomani dei fatti dell’inizio di novembre (l’azione al supermercato e alla libreria Feltrinelli a Roma) aveva invocato l’arresto in flagranza, parlando di forte allarme sociale per vicende tutto sommato piccole.

Stavolta le accuse vanno dalla rapina aggravata all’estorsione. Questo accanimento va condannato duramente. Ma proprio perché siamo tutti consapevoli delle tendenze autoritarie in atto (e non solo in Italia), è giusto chiedere il massimo rigore a chi organizza azioni come quelle di Roma. Quando sono condotte male, o peggio improvvisate, nuocciono in primo luogo a chi le promuove e in seconda battuta a tutti gli attivisti che si battono contro lo stato delle cose con gli strumenti della nonviolenza. Questi strumenti possono essere potenti e molto efficaci, ma vanno maneggiati con cura.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia