Ambiente

Una tassa di scopo sugli immobili sfitti

La provocazione dell’assessore regionale toscano alla Casa, per risolvere l’emergenza abitativa: 2.650 sfratti eseguiti in Regione nel 2010

Riprendiamo dal sito dell’assessore regionale toscano alla Casa e al Welfare Salvatore Allocca. Due i dati rilevanti, al di là della provocazione: il numero di alloggi sfitti, 425mila (frutto della "bulimia immobiliare" degli ultimi anni) e il numero di persone in lista d’attesa per una casa popolare, circa 22mila. Guardate anche la versione animata dell’infografica di Altreconomia "Edilizia residenziale vs diritto alla casa". (lm)

La proposta dell’assessore Allocca per alleviare l’emergenza abitativa passa attraverso una tassa di scopo di 10 euro il mese. “Considerato che in Toscana risultano 425 mila alloggi sfitti, il ricavato, oltre 4 milioni di euro al mese, potrebbe essere impiegato per vari tipi di interventi a difesa di uno dei pilastri delle politiche di welfare”.

“In Toscana – ha spiegato l’assessore Allocca – l’emergenza alloggi è drammatica: nel 2010 ci sono quasi 22 mila domande per case popolari in lista d’attesa e 2650 sfratti eseguiti. A livello nazionale una politica di edilizia popolare è pressochè inesistente. Abbiamo creato un fondo per gli sfratti, da 4 milioni l’anno, e lanciato il piano da 90 milioni. La mia proposta-provocazione sulla tassa di scopo permetterebbe quanto meno di risolvere il problema degli sfratti”.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia