Altre Economie / Approfondimento

Umbria, la tv solidale

Benessere economico, istruzione e formazione, lavoro e ambiente sono i quattro assi di FAIRTV, che in Umbria racconta con reportage e opinioni dal basso equità e sostenibilità, e l’impegno di quei soggetti che promuovono una cultura fondata su partecipazione e reciprocità, seguendo i principi dell’altraeconomia. Due i progetti realizzati al momento: #IMPRONTE e #DALBASSO

Si chiama FAIR TV ed è un “tv di comunità”, che nasce da un’idea di Monimbò Bottega del Mondo e dell’Associazione Il Pettirosso e viene realizzato in collaborazione con la Rete degli Studenti Medi dell’Umbria e con il cofinanziamento del Corecom Umbria, a seguito dell’avviso pubblico “Tv di comunità”.

Nei due progetti realizzati, #IMPRONTE e #DALBASSO, FAIRTV ha voluto sviluppare una narrazione condivisa su benessere, equità e sostenibilità e sulla cura che le persone, individualmente e in relazione con altre, dedicano a questi temi.

L’obiettivo è rilanciare una nuova idea di cittadinanza: per questo motivo il progetto FAIR TV prende spunto dal rapporto che ogni anno l’Istat ed il Cnel pubblicano sul benessere equo e sostenibile in Italia: il BES. In particolare il progetto approfondisce quattro aree tematiche: benessere economico, istruzione e formazione, lavoro e ambiente.

In Umbria si trovano molte attività e reti di economia solidale, ispirate ai principi di cooperazione, co-progettazione, partecipazione e reciprocità, attente alla comunità, motivate dalla ricerca dell’innovazione sociale, della sostenibilità e della difesa dei beni comuni.

#IMPRONTE 
I 4 reportage -che hanno coinvolto 36 persone, per un totale di 32 organizzazioni- sono “idee che camminano e risposte alla domanda di benessere equo e sostenibile”.

– Reportage su benessere e lavoro in Umbria
L’importanza dell’innovazione e della creatività per uscire dalla crisi, la lotta alle discriminazioni contro le donne, le persone con disabilità e la minoranza LGBT, le relazioni di reciprocità nell’uso del tempo e la ricerca della soddisfazione attraverso l’artigianato vecchio e nuovo. Il videoreportage mostra come il lavoro sia molte cose, sempre connesse tra di loro, per dare centralità sociale alle persone.
https://www.youtube.com/watch?v=Hz4ZJy5LQgA

– Reportage su benessere e cultura in Umbria
Lo scambio dei saperi e delle competenze attraverso la formazione e l’innovazione sociale, l’economia della conoscenza, il recupero e la valorizzazione degli spazi urbani per lo studio e per le attività culturali, l’educazione alla partecipazione e alla creatività. Il videoreportage mostra come una via d’uscita dalla crisi sia la valorizzazione della cultura e del sapere e non viceversa.
https://www.youtube.com/watch?v=G5bO_ZxqTg0

– Reportage su benessere e ambiente in Umbria
La lotta per la salvaguardia delle acque e contro l’incenerimento dei rifiuti, la qualità dell’aria, il riciclo ed il riuso degli oggetti di scarto, l’educazione ambientale negli spazi aperti e nelle attività quotidiane, l’edilizia fondata sul territorio ed la vita del territorio come elemento nella difesa dell’ambiente. Il videoreportage mostra come un po’ tutto parta e ruota intorno all’ambiente.
https://www.youtube.com/watch?v=6-BCT7d7QyU

– Reportage sul benessere economico in Umbria
L’odierno stato sociale affonda nella tradizione mutualistica e oggi per contrastare l’impoverimento è necessario sviluppare circuiti di economia solidale, mettendo al centro le persone, la legalità, la dimensione etica del lavoro, le relazioni paritarie tra consumatori e produttori ed i beni comuni come la terra. Il videoreportage mostra come tutto ciò sia necessario per il benessere e per la società.
https://www.youtube.com/watch?v=JE7Rc1cSxhI

#DALBASSO
È una sorta di video collettivo, che partendo dai temi approfonditi nei reportage di #IMPRONTE ha dato a chiunque –videomaker o semplice cittadino o attivista con uno smartphone o una webcam- la possibilità di mandare uno o più video con la propria opinione e/o quella di altri.
Ciò ha permesso, spiegano i promotori di FAIR TV, di raccogliere punti di vista diversi “su temi come il lavoro, l’istruzione e la formazione da parte di persone con caratteristiche differenti, per capire come viene compreso il tema del benessere equo e sostenibile”.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia