Esteri / Recensioni

Il Sudafrica lancia la riforma agraria per dimenticare l’apartheid

Il presidente della Repubblica, Cyril Ramaphosa ha proposto un emendamento alla Costituzione che prevede l’esproprio senza indennizzo dei terreni di proprietà dei coltivatori bianchi per redistribuirla ai più poveri agricoltori neri

Tratto da Altreconomia 212 — Febbraio 2019
Le abitazioni dove vive la comunità nera cui l’Hilton College ha occupato le terre a partire dalla seconda metà dell’Ottocento © Caterina Semeraro

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia