Altre Economie / Attualità

“Si può fare”: a Mira tre giorni per l’economia solidale

Dal 14 al 16 ottobre è in programma il primo festival dell’economia solidale della Riviera del Brenta organizzato da Aeres, Aiab Veneto e Comune di Mira. 90 espositori, 54 incontri, 13 spettacoli, 12 mostre. Ci sarà anche Altreconomia (e la presentazione di due nostri libri)

Villa dei Leoni, a Mira, sulla Riviera del Brenta: ospiterà dal 14 al 16 ottobre il Festival "Si può fare!"
Villa dei Leoni, a Mira, sulla Riviera del Brenta: ospiterà dal 14 al 16 ottobre il Festival "Si può fare!"

Quel che “Si può fare” a Mira (Ve), questo fine settimana è partecipare a una grande fiera mercato, un caffè letterario, uno spazio teatrale, un laboratorio del riciclo e del recupero. Ma ancora, e prima di tutto, fare la propria parte in una rete di “relazioni solidali”, come dice il sottotitolo del festival dell’altra economia organizzato da Aeres, Aiab Veneto e Comune di Mira -con la collaborazione del distretto mirese di economia solidale “Eco Topie” e la partnership di Veritas-, dal 14 al 16 ottobre 2016 in Villa dei Leoni e in Riviera Silvio Trentin a Mira.

Nel ricco programma (consultabile sul sito www.sipuofaremira.it) ci sono 13 spettacoli -il primo è venerdì 14, alle ore 21.00: “Vandali!” di e con Gian Antonio Stella e Gualtiero Bertelli-, 12 mostre e 54 tra incontri e presentazioni, con novanta realtà che esporranno i propri prodotti e servizi nelle giornate di sabato e domenica.

“Si può fare” nasce dalle numerose realtà impegnate a costruire un’altra economia nella Riviera del Brenta. “Questa iniziativa sarà utile per metterle in mostra e rinsaldare questo grande impegno”, ha detto il vicesindaco di Mira, Nicola Crivellaro. Ma la speranza è anche che ci possano essere delle ricadute sul territorio: “Auspichiamo che questi tre giorni possano lasciare ai miresi qualcosa di importante e prezioso”.
Orti urbani e agricoltura solidale, attivismo contro le grandi opere (e le grandi navi) e i pesticidi, nuovi stili di vita e design di comunità, energia solare e questioni di genere sono solo alcuni dei temi che si affronteranno nel fine settimana di “Si può fare”, un festival che, nelle parole del presidente di Aeres Massimo Renno, “vuole far capire concretamente l’importanza di promuovere nuove pratiche ed essere un’occasione di fare rete tra realtà impegnate da anni, ma non ancora legate tra loro”.

Domenica 16 ottobre, alle ore 11, s’incontra anche il Tavolo nazionale della Rete di economia solidale, con una serie di interventi di esperti di economia solidale, tra cui Roberto Mancini -editorialista di Altreconomia- su “L’etica del bene comune”. L’incontro è aperto a quanti saranno curiosi e interessati ad ascoltare, proprio con l’auspicio che il teatro della Riviera possa essere “un trampolino di lancio per sensibilizzare su queste tematiche così attuali”, aggiunge il presidente di Aiab Veneto, Stefano Bianchi.

In dettaglio
Gli appuntamenti con Altreconomia
Per saperne di più, la pagina facebook del festival è “Si può Fare Mira 14-16 ottobre 2016 Festival economie solidali”.
Altreconomia sarà presente a “Si può fare” con uno stand e con due presentazioni con gli autori nella giornata di sabato 15 ottobre: “Il filo di canapa”, alle ore 11.00 in villa dei Leoni, in collaborazione con la libreria Morelli 1867, e nel pomeriggio, alle 16.00, “Che cosa c’è sotto. Il suolo e i suoi segreti, le ragioni per difenderlo”, organizzato dalla coop. Acli san Gaetano e Bandera Florìda.

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia